GraphOGL SEO

Informazione e analisi sul SEO

Link utili

Link amici

GraphOGL
Pagina inizio
gattino1313
Prof directory
Mr webmaster
Internet cafe
News Sat HD
Film che passione
  

Aggiornamenti Google

Problemi con le visite e il posizionamento del sito nella serp di Google?

Perchè il mio sito è stato declassato?

Perchè il mio sito ha perso posizioni nelle query di ricerca di Google?

Come mai il mio sito ha avuto un crollo improvviso delle visite?

Improvvisamente sono calate le visite e il posizionamento su Google. Come mai, da cosa può dipendere?

Se non sono state apportate modifiche particolari al sito, potrebbe dipendere dagli ultimi aggiornamenti degli algoritmi di Google.

Google Core Update - parte 2

Aggiornamento Luglio 2021

Quali sono i cambiamenti in ottica SEO con il nuovo aggiornamento dell'algoritmo? L’obiettivo annunciato da Google, è quello di migliorare in modo costante i risultati mostrati ai propri utenti, cercando di interpretare al meglio il loro interesse nella ricerca.

In pratica, l’esperienza fatta dall’utente e la relativa interazione che egli ha con i vari elementi presenti nella pagina, sono ora degli aspetti essenziali per l’algoritmo di Google, al fine di valutare quando un sito merita più o meno visibilità.

Quindi non sarà più adeguato limitarsi a prestare attenzione prevalemtemente alla qualità dei contenuti. La qualità dei contenuti rimarrà un fattore valido e importante, ma avrà bisogno di essere rafforzata/convalidata anche da buone prestazioni e usabilità da parte delle pagine del sito.

Ad esempio, se si creasse il miglior contenuto a livello modiale per un determinato argomento, ma poi, in termini di velocità e usabilità, il sito su cui è stato pubblicato viene ritenuto inadeguato, la visibilità e di conseguenza anche il numero degli utenti, con buone probabilità saranno notevolmente ridimensionati rispetto alle reali potenzialità.

Google Page Experience Update

Aggiornamento Giugno 2021

L' Esperienza Utente (User Experience o UX) esprime il livello di interesse soggettivo di un utente, basato sull' aspettativa e la soddisfazione nell’interazione con un sito internet.

Lo scopo dell' Esperienza Utente è quello (o così almeno dovrebbe essere) di garantire all'utente un'esperienza positiva, durante e dopo l'utilizzo di un sito, così da garantire un interesse per esso che sia duraturo nel tempo.

Dalla metà di Giugno 2021, Google ha ricevuto un cambiamento molto rilevante dell'algoritmo denominato Google Page Experience Update, introdotto a Novembre 2020. Tale aggiornamento, garantisce (o così dovrebbe) un maggiore ranking ai siti web che si presentano con una migliore UX, mentre penalizzerà i siti che risulteranno avere una UX peggiore.

Per poter misurare la UX, Google ora si avvale della valutazione di 3 nuovi elementi i quali, aggiunti ad altri già noti da tempo, saranno nuovi fattori di ranking SEO usati per decidere quale sito riceverà una posizione più alta o meno sul motore di ricerca.

Nel nuovo algoritmo di Google si terranno in considerazione:

First Input Delay (FID)
Misura il tempo che passa tra la prima interazione dell'utente con una pagina e il momento effettivo in cui il browser è in grado di rispondere.
Largest Contentful Paint (LCP)
Permette di misurare le prestazioni di caricamento dell’elemento visibile più grande contenuto all’interno della pagina, nell'istante che un utente ci finisce.
Cumulative Layout Shift (CLS)
Misura la variabilità nell'aspetto visivo di una pagina. Il senso è quello che il layout di una pagina non cambi durante il caricamento del sito web.

Con tale aggiornamento, gli sviluppatori di Google hanno deciso di porre più attenzione all'utente col fine di garantire la migliore esperienza di navigazione possibile.


Google Spam Update

Aggiornamento 23 Giugno 2021

Nel caso in cui Google consideri un sito spam, esso sarà fortemente penalizzato. La penalizzazione infatti, non sarà limitata soltanto alla perdita di posizioni nella SERP, ma in alcuni casi, anche alla deindicizzazione dal motore di ricerca.

Come già avvenuto in passato con atri aggiornamenti, anche qui analogamente, può accadere che Google consideri spam anche un sito che in realtà non lo è.

Non sono poche infatti le testimonianze da parte della comunità SEO, in cui viene messo in evidenza come sia negativamente diversa la situazione reale da quella voluta. Nonstante gli sforzi fatti da Google a tal senso, nei primi risultati delle query di ricerca continuino spesso a comparire contenuti di scarsa qualità.

Spesso infatti, si trovano in testa alle SERP pagine che fanno spam copiando contenuti, che in genere sono generate tramite lo scraping dei contenuti presi dai risultati in evidenza o direttamente dagli stessi siti. Perchè non vengono adeguatamente gestiti? Semplicemente perchè si avvalgono di backlink apparentemente insospettabili, derivanti da siti molto autorevoli dello stesso settore.

Risultato finale? Alcuni siti validi vengono erronemente penalizzati sul posizionamento a favore di questi utlimi che acquisiscono maggiore visibilità.